New PDF release: Chiamalo x!: ovvero Cosa fanno i matematici? (I blu)

By Emiliano Cristiani

ISBN-10: 884701090X

ISBN-13: 9788847010901

ISBN-10: 8847010918

ISBN-13: 9788847010918

Vi siete mai chiesti cosa fa un matematico quando scrive freneticamente su un foglio di carta? Provate a chiederglielo. Vi sentirete rispondere qualcosa del tipo: "Sto cercando di dimostrare los angeles natura iperbolica di questa equazione differenziale according to poter applicare il metodo delle caratteristiche". Non avete capito? Provate a chiedergli di spiegarvelo pi? semplicemente. l. a. risposta sar?: "Allora... Ecco... Come posso dire... Sto cercando di dimostrare che questo coso qui (indica un formulone) appartiene a una certa categoria di equazioni in cui los angeles soluzione si propaga da un certo dato iniziale lungo delle curve particolari." Inutile insistere, non vi resta che andarvene. los angeles matematica vi ha respinto un'altra volta. Ma una soluzione esiste ed ? unica: leggere questo libro e lasciarvi guidare nell’incantato mondo dell'alta matematica senza according to questo fare alta matematica. Capirete finalmente cosa studiano i matematici, cosa pensano, cosa li appassiona e in quale strano mondo n-dimensionale vivono. Dedicato a tutti coloro che vorrebbero studiare matematica ma che non lo hanno mai (o ancora) fatto, questo libro vi convincer? che l. a. matematica ? il perfetto connubio tra scienza e arte, tra curiosit? e fantasia, tra scoperta ed invenzione.

Show description

Read or Download Chiamalo x!: ovvero Cosa fanno i matematici? (I blu) PDF

Best italian books

New PDF release: Il buongoverno

Model 57382 - 2012-03-07 17:58:45 +0100

Extra info for Chiamalo x!: ovvero Cosa fanno i matematici? (I blu)

Sample text

Applicando il metodo del gradiente, si ha che la successione b(k+1) = b(k) − h∇J(b(k) ) , k = 0, 1, . . converge al controllo discreto che realizza un minimo (locale) di J. Non c’è però garanzia di convergere verso un minimo globale del funzionale, neanche per m → +∞. 3 Spazi a più dimensioni – Professore, ma qual è il senso fisico? – No, no, il senso fisico lasciatelo perdere... Prof. E. Caglioti (1) Il matematico ama lavorare in spazi a più dimensioni perché ama avere l’aria di chi vive sulle nuvole.

3) Ora che sappiamo cos’è la dimensione, dobbiamo capire come metterla al nostro servizio. Tizio, Caio e Sempronio sono al lato di un tavolo dove è in corso un esperimento scientifico. Due palline cariche elettricamente vengono lanciate una contro l’altra. Le due palline hanno entrambe carica positiva, di conseguenza esse si respingono con una forza che dipende dalla loro distanza reciproca. Tizio è un uomo nato prima di Galileo, di conseguenza si esprime così: Due palline corrono su un tavolo.

All’inizio della ricarica si ha a(t = 0) = 0. Sia 1 la quantità massima d’acqua che può contenere lo sciacquone. L’equazione da risolvere è a(t) ˙ = 1 − a(t), a(0) = 0 . t>0 Per inciso, se volete cambiare qualche notazione, siete parzialmente liberi di farlo. Se per esempio non vi piace a e preferite f o g o u, nessun problema. Se invece preferite N o ε o, più semplicemente, “quantità”, lasciate perdere nessun matematico vi darebbe mai il permesso. Di esempi di equazioni differenziali se ne possono fare letteralmente milioni.

Download PDF sample

Chiamalo x!: ovvero Cosa fanno i matematici? (I blu) by Emiliano Cristiani


by Edward
4.3

Rated 4.16 of 5 – based on 23 votes